Il richiamo del Foresto

Rivista a 6 mani, contenitore di incipit di storie, poema epico in 3 atti con prologo.

Prologo e Atto 1
Atto 2

Atto 3
Editoriale finale
Edizione straordinaria (Gorgiti) – derive intimiste di un cronista

(ovviamente, cliccando sull’immagine questa aumenta di dimensioni in un’altra finestra, il solito principio -> stimolazione = aumento)

eureka! ho capito!

Avete un po’ di pancetta?

Ottimo.

Ora infilate un paio di braghe corte di una taglia più grande e una cintura.

Ora tiratele su fino all’ombelico e stringete la cintura.

Se restate a petto nudo e vi guardate allo specchio, sarete dannatamente uguali agli eroi mitici dei primi film anni ’50, cose tipo Ercole, Ulisse, Spartaco e chi più ne ha più ne metta.

Avete capito perchè usavano i “mutandoni ascellari”?

io ci sono arrivato solo ora…..

La deriva della personalità virtuale

TADAAAAAAAA!!! (musica di accensione del vecchio Windows 3.1)

Basta nero, un più bianco (natale) e candido sito mi rilassa di più gli occhi!

Ora mi trovate anche su facebook e su wordpress (https://kintaroisland.wordpress.com/)
mi ero inoltre dimenticato che sono anche su last Fm (http://www.lastfm.it/user/Giulioooo)
Sto provando anche listal (ma forse passerò ad Anobii, vedremo)….

Di cosa sto parlando?
Ma di alias, profili, avatar della mia modesta persona.

(ATTO 1) La logica di partenza
(cervello) "Sarebbe interessante avere un tuo blog personale in cui pubblicare e scrivere le tue cazzate, no?"
(fegato) "già, già, ma che palle, li tiri te fuori i soldi per comprare un dominio? no dico, saranno 20 euro all’anno, chi ce li ha?"
(cervello) "vabbè proviamo sto cazzo di spaces live msn-come-si-chiama-ogni-volta-sbaglio-a-digitarlo"

(INTERMEZZO)
(amici) "bello il blog, ma non lo aggiorni mai?"
(io) "eh…ciò un sacco di cose da fare….ma appena riesco mi faccio qualcosa di definitivo…."

(ATTO 2) Appena riesco
(cervello) "però interessante del.icio.us, comodo avere i bookmark portatili. E che dire di Last FM, un po’ palloso doverlo accendere ogni volta ma carino"
(Fede) "fatti Facebook"
(cervello) "mi dispiace, ma devo fare quel qualcosa di definitivo…. proviamo a fare il blog su wordpress (gratis)"

(INTERMEZZO)
(mani) "alla fine, con la scusa che è gratuito, anche sotto wordpress sei limitato, quindi non cambia un cazzo rispetto a space live blabla"
(cervello) "vabbè, a sto punto mi faccio facebook"
(fegato) "ma che palle, tutte le volte ti chiedono cosa leggi, che guardi, cosa pensi, cosa fai…..e te non scrivi mai niente"
(cervello) "eccheccazzo, colpa mia se non ho il film preferito, il libro preferito, ecc ecc? però potrei trovare altri social network in cui si elencano queste preferenze e poi linkarli ai miei mille profili"

(GRAN FINALE)
(io) "Bene, ora sono iscritto ad almeno 8 social network diversi, ho 2 blog, gestisco 2 forum. Ah, non dimentichiamo le 3-4 caselle email….
……
……
quindi?"
(piedi) "propongo di attivare qui (il posto più conosciuto ai tuoi numerosi fan) una sorta di sondaggio.
a)Continuo a moltiplicare la mia personalità nel web, sperando di trovare sempre nuove funzioni da sfruttare da vari siti diversi?
b)Mi fermo e uso con criterio quello che ho creato? Magari cancellando anche qualche cosa?
c)Scrivo a macchina e pubblico foto degli stampati.

P.S. vince il premio come miglior ossimoro del secolo "realtà virtuale"

sport, indipendenze e potere economico

Oggi cominciano le Olimpiadi di Pechino, viva lo sport che unisce i popoli e tonifica il corpo.

Per l’occasione l’opinione pubblica mondiale organizza migliaia di manifestazioni a favore dell’indipendenza del Tibet e si indigna che i propri rappresentanti non si astengano dal partecipare all’evento sportivo.

“il venerdì” del 4 aprile, sopravvissuto tra i miei giornali da bagno, mi svela l’arcano. La Cina tiene per le palle (letteralmente) l’economia mondiale, non solo esportando gente e prodotti a prezzi stracciati, ma prestando denaro ai paesi occidentali, in particolare trasferendo fondi all’America (“nel corso dell’ultimo decennio in media ogni cittadino degli Stati Uniti ha preso in prestito – letteralmente – quattromila dollari da un cittadino cinese”). Detto ciò appare chiara la scarsa partecipazione diplomatica alla dissidenza pro-tibet. Meglio non mettersi contro la Cina perchè rischia di far crollare il dollaro facilmente.

Oggi si bombarda l’Ossezia del Sud (filo-russa) che rivendica l’indipendenza dalla Georgia.

La scorsa notte si riunisce l’ONU per cercare di capire se e come intervenire per fermare i bombardamenti. La Russia chiede l’intervento, Usa e Inghilterra si oppongono. Ma la guerra fredda non era finita? Cosa c’è adesso? La guerra per il petrolio? ah, già….

L’esperienza insegna: per l’Ossezia a nulla varrà fare le olimpiadi in Georgia. Speriamo che in Tibet trovino il petrolio.

Le non-vacanze

Cominciano oggi le mie non-vacanze, ovvero il periodo estivo in cui si smette di non aver nulla da fare e si cominciano quella serie di impegni lasciati in sospeso per un paio di mesi, il tutto però condito da serate fuori, distrazioni e tanto caldo.

Se mi cercate sappiate che devo sicuramente fare qualcos’altro.

Questo non vuol dire che non risponderò.