google wave

La pausa post-pranzo mi porta all’articolo di repubblica che parla di Google Wave.

Se c’è uno strumento che avevo in mente di usare quando pensavo a Lineavariegata.it, beh, era Google Wave.
Peccato che non l’abbiano ancora finito di sviluppare. Però, se la cosa dovesse essere completata entro l’anno, vi invito caldamente a darci un occhio e capire come funziona, lasciando pure perdere i rudimenti di google doc.
So che non siamo in un epoca in cui si può parlare di strumenti definitivi, che soddisfano ogni esigenza, ma questo sembra andare molto vicino all’idea che API e AJAX hanno permesso di formulare, cioè che si potessero integrare online, utilizzando un browser, diversi strumenti per la condivisione di informazioni: mail, chat, blog, forum, poll, ecc ecc…
Per quanto mi riguarda, le uniche due parti da capire sono:
– l’integrazione con account diversi da google, ovvero l’implementazione di openID (che su blogspot già viene usato)
– lo spazio disponibile, dato che siamo ancora lontani dal server personale, dove ognuno di noi possa lasciare online materiale audio/video di certe dimensioni.

Per il resto: entusiasmo.

Annunci

Un pensiero su “google wave

  1. L’Ajax e’ ormai tagliato fuori dai vertici del calcio europeo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...