Insensata russa

Oggi ho pensato che se dovessi essere condannato a morte vorrei mangiare come ultimo pasto una insalata russa.

Che sciocchezza….chissà perchè c’ho pensato…
Ah, già, perchè sto pensando di mettermi a dieta, cioè, non ci sto pensando, l’ho pianificato, la prossima settimana…che sia una cosa subliminale? No perchè giusto oggi stavamo finendo con mia madre gli avanzi di natalecapodannobefana e fatalità c’era un’insalata russa, che ho finito perchè mi son detto “questa poi basta”.

Inconsciamente vedo la mia dieta come una condanna a morte.

Mio dio cosa sono diventato!

Annunci

Finalmente :)

E dopo mesi e mesi di tempo, ad un’ora improbabile mentre dovrei andare a dormire, dico: finalmente!

Abbiamo passato l’anno e siamo al 2012, cosa che credo interessi poco a tutti.

Abbiamo migrato lineavariegata.net a lineavariegata.net (grazie ancora Nicolò), anche per questo forse c’è poco interesse.

Abbiamo mangiato e bevuto e ancora mangiato e poi di nuovo bevuto e la cosa non sembra finire perchè siamo fatti un po’ così, mangiamo perchè abbiamo un piatto davanti e io ho iniziato a dire che da metà gennaio mi metto a dieta.

Abbiamo imparato a giocare a BANG!, a fresbee, a fare benzina e comprare le sigarette all’estero, a spaccare angurie con la testa, a finire l’università, ad amare Steve Jobs e i prodotti apple senza comprarne nemmeno uno.

Abbiamo capito che siamo hipster perchè

“Il termine è utilizzato in maniera contraddittoria, rendendo difficile l’identificazione di una cultura precisa, perché essa è un mix di stili ed è in costante mutazione. La peculiarità degli hipster, infatti, è la volontà di essere “inclassificabili”. Professano come loro valori il pensiero indipendente, la controcultura, la politica progressista, la creatività, l’intelligenza e l’ironia, ma si tratta più che altro di una posa piuttosto che di una reale attitudine.”

Abbiamo imparato che cenare alle sei e mezza crea scompensi alimentari tali che il giorno dopo alle quattro rischi di mangiare una Lubjanska.

Abbiamo deciso che a una certa ora è meglio andare a dormire. Che so, alle quattro e mezza.

finalmente cover

Abbiamo finalmente una copertina per l'album